Quanto guadagna un geometra?


Vi siete mai chiesti quanto guadagna un geometra?
Molti credono che questo sia un lavoro che possa portare grandi guadagni nella vita. Il che è vero ma per raggiungere questo traguardo bisogna effettuare un lungo percorso formativo.
Innanzitutto come primo requisito bisogna possedere un diploma di geometra o di istruzione tecnica ed in particolar modo gli indirizzi legati a territorio costruzioni e ambiente. Successivamente a questo step la laurea è fondamentale e si possono sostenere esami legati a tale settore nelle facoltà di ingegneria, architettura, agraria, scienze fisiche, matematiche e naturali e tanto altro ancora. Ciò che conta dopo i vari riconoscimenti di studio è l’esame di abilitazione, il quale consente di iscriversi all’albo.

Tornando al topic principale, ossia ai guadagni di un geometra, bisogna tenere a mente che possono operare in diversi settori ad esempio pubblico-privato civile industriale rurale edile e così via. Da questo possiamo intuire che la retribuzione può subire una serie di variazioni. Tutto sommato però, possiamo affermare che lo stipendio medio per la figura di geometra in Italia è di quasi 48.000 euro l’anno. La differenza sostanziale in termini di retribuzione sta tra il geometra ingegnere e il geometra cantiere quest’ultimo guadagna quasi la metà rispetto al precedente.

Calciomercato: il Napoli cerca almeno cinque acquisti!


E’ già cominciato il calciomercato e tutti i dirigenti delle squadre più forti stanno facendo a gara per aggiudicarsi i migliori acquisti. Uno di questi è Aurelio de Laurentiis (dirigente sportivo del Napoli), il quale ha dichiarato di voler acquistare almeno cinque nuovi calciatori e che tra di essi ci siano due portieri.

Ne ha parlato così in un’intervista al Corriere dello Sport: “Al Napoli servono sicuramente due portieri, un esterno basso che sappia difendere, se vanno via Jorghinho e Hamsik anche due centrocampisti. Abbiamo già preso Verdi: vedrete, da noi Simone sarà più sereno e farà grandissime cose. Per quanto riguarda Fabian Ruiz, stiamo aspettando soltanto il suo ok, che potrebbe arrivare a momenti. In termini di portieri, a me piace molto Meret, però quando vai dai Pozzo sai che i prezzi diventano illogici. Areola è bravissimo, come altri; Keylor Navas ha esperienza. Ma il Napoli non ha assolutamente fretta. Mentre per Chiesa posso dire che sono andato a pranzo con Diego Della Valle, ho offerto 50 milioni di euro e mi ha detto: non posso, è incedibile, sennò viene la rivoluzione a Firenze”.
Ma non è solo la questione calciatori che fa discutere: si vocifera infatti l’arrivo di Carlo Ancelotti come nuovo allenatore. Sarà vero? Staremo a vedere!

“Non giudicate senza sapere!” – lo sfogo di Rose McGowan


L’attrice americana Rose McGowan (a molti nota come Paige di “Streghe”) è super agguerrita nei confronti di chi sta giudicando senza sapere, le cause del suicidio di Anthony Bourdain, lo chef stellato.
Si è voluta così sfogare scrivendo una lettera, in cui sono presenti delle parole in difesa della sua amica Asia Argento, compagna di Bourdain (ormai presa di mira anche per quanto riguarda le violenze nel mondo di Hollywood):

“Asia aveva fronteggiato il mostro che l’aveva stuprata, Weinstein. E ora deve fronteggiare un altro mostro, il suicidio di Tony. Capisco che molta gente in queste ore ha pensato a lui come un amico. E lo so bene, la morte di un amico brucia. Ma in tanti hanno cominciato a puntare il dito. Ad accusare. Allora vi dico, non siate sessisti. Non scadete anche voi a quel livello. Il suicidio è una scelta orribile. Ma è una scelta personale“.
E poi:  “Quando s’incontrarono la chimica fra di loro fu immediata. Ridevano, si amavano. Lui è stata la sua roccia in quell’epoca difficile. E anche lui era aperto sui suoi demoni, ci ha addirittura scritto un libro. Loro due avevano una relazione aperta, si amavano al di fuori dei confini delle relazioni tradizionali. Lo avevano stabilito fin dall’inizio. Asia è libera come un uccello e così era anche Anthony. Era. Che parola terribile da scrivere”.

Antonella Cavalieri: “Gioco le mie carte in Italia!”


Antonella
Cavalieri è stata per un po’ di tempo la fidanzata ufficiale del calciatore argentino (ed attaccante della Juventus) Dybala. Proprio recentemente i due si sono lasciati, o meglio lui si è fatto prendere dai guadagni capogiro e dalla possibilità di conquistare una molteplicità di donne. Alla bella argentina la storia non è andata giù e infatti ha dichiarato:
“La popolarità e le ragazze che gli facevano il filo hanno rovinato la nostra storia. Lui ha sempre negato di avere altre storie, ma a un certo punto ho smesso di credergli, mi sono tolta le fette di prosciutto dagli occhi, ho fatto la valigia e me ne sono andata”.
Il cuore di Antonella sarà pure spezzato ma la sua parte razionale le dice di restare in Italia (proprio per il calcio, lei aveva deciso di seguirlo), di sfruttare la sua bellezza indiscussa e la sua dote recitativa per poter entrare a far parte del mondo dello spettacolo. Insomma, un po’ come fece Belén per seguire Borriello, ed è proprio la Cavalieri stessa:
“Ho deciso di restare comunque in Italia e di giocarmi le mie carte qui: mi piacerebbe lavorare in tv… Questo Paese ha già portato fortuna ad altre mie connazionali come Belen Rodriguez e Wanda Nara, magari succede anche a me”.

“700 euro al mese non mi bastano!” – la confessione di Altafini


José
Altafini è stato uno dei giocatori più importanti nella storia del calcio mondiale.
Ma come ben sapete, la carriera da calciatore termina ad una certa età ed egli ora si ritrova soltanto con la pensione minima di 700 euro al mese.
I soldi guadagnati in passato ormai non ci sono più e per questo motivo ha deciso di rimboccarsi le maniche nonostante l’età, lavorando nella vendita di erba sintetica:

“Sì, devo lavorare – afferma Altafini – ma bisogna sempre darsi da fare a questo mondo, chi si ferma è perduto. Non ho la pensione da calciatore perché non sono riuscito a farla. Ho versato solo tre anni di contributi. Quando ero andato a chiedere il riscatto mi avevano chiesto 70 milioni di lire di arretrati… Ho la pensione sociale da 700 euro al mese. Mi dò da fare vendendo campi in erba sintetica: L’azienda non è mia, magari lo fosse. Io aiuto, trovo clienti, faccio, promuovo. Sono testimonial. L’erba sintetica è il futuro, altro che il fango dove giocavo io. Qualche anno fa lavoravo su Sky ma poi le cose non andarono più bene perché arrivarono dei personaggi che mi facevano la guerra per prendere il mio posto e io ho detto tanti saluti, amici. In Italia a volte viene premiata la raccomandazione e non la competenza. Mettono i giovani che urlano senza fantasia. Quando li sento abbasso il volume. Io ho inventato il manuale del calcio, il golasso”.

La dichiarazione shock di Gina Lollobrigida!


Gina
Lollobrigida è una delle attrici italiane più famose in assoluto.
Arrivata all’età di 90 anni (portati benissimo!) ha deciso di togliersi qualche sassolino dalla scarpa in merito al suo passato: sebbene la sua vita sia stata ricca di traguardi e successi, Gina ha raccontato un aneddoto spiacevole che ha lasciato tutti senza parole, legato ad una violenza sessuale.

Ecco alcune sue dichiarazioni lasciate a Libero Quotidiano:

“Questa vergogna me la sono portata dietro come un bagaglio pesante. Mi sentivo distrutta e mi sposai in fretta con quello che fu mio marito per superare il trauma, non per amore. Restai frastornata per diversi giorni. Piano piano iniziai a realizzare che quella sera ero stata violentata. Ma era un pensiero che cercavo di ignorare. Volli dimenticare. Per andare avanti. Restai sconvolta non solo da quella verità, di cui dentro di me ero sempre stata cosciente, ma dalla cattiveria di quell’uomo, di cui ero anche stata innamorata un tempo. Mi sentivo distrutta e mi sposai in fretta con quello che fu mio marito per superare il trauma, non per amore. Le violenze sono una realtà che esiste anche nel mondo del cinema. Ma in questo ambito, mi è capitato di ricevere alcune offerte, che ho declinato anche in modo brusco. La violenza sessuale l’ho vissuta ed è ben altra cosa. Da quella non ci si può sottrarre. Viene subita senza scampo”.

Marketing Assicurazioni – Come Avere Successo in un Mercato Complesso.

Marketing Assicurazioni - Come Avere Successo in un Mercato Complesso.

Se state cercando un mercato particolarmente florido dove potervi inserire per trovare nuove occasioni lavorative potete sicuramente pensare di avvicinarvi al mondo delle assicurazioni. Le assicurazioni sono infatti sempre richieste da una grandissima quantità di clienti e è possibile riuscire ad avere grande successo se si è in grado di fornire le giuste polizze assicurative ai clienti in base alle loro esigenze. Per poter però gestire un’agenzia assicurativa di qualità occorre avere una preparazione adatta che possa permettere di superare la concorrenza e ottenere ottimi risultati. Gli assicuratori sono infatti molti, ma non tutti hanno la stessa capacità di relazionarsi con i clienti e concludere i migliori accordi.

Daniele Zanini Offre Opportunità di Formazione per le Migliori Tecniche di Vendita di Assicurazioni.

Per poter ottenere questi risultati occorre ovviamente trovare il canale giusto per ricevere una formazione adeguata. Esistono sicuramente varie scuole e corsi che potete seguire per cercare di apprendere nuove tecniche, ma non tutti sono efficaci e sufficientemente validi. Se volete davvero riuscire ad affrontare al meglio il marketing assicurazioni potete sicuramente rivolgervi a un esperto come Daniele Zanini. Si tratta di un professionista che opera da tempo nel mercato delle polizze e che si impegna continuamente anche nella formazione degli assicuratori. Lo studio delle assicurazioni è ovviamente un’attività da completare nel tempo e che non deve fermarsi, ma prolungarsi con l’avvento di nuove tecniche di marketing e più moderni studi.

Marketing Assicurazioni - Come Avere Successo in un Mercato Complesso.

Per permettere a tutti di godere di fonti adeguate e strumenti corretti, Daniele Zanini ha realizzato un sito internet attivo ormai da tempo dove potrete acquistare guide complete e manuali appositi per lo studio del marketing assicurativo. Sul sito potrete individuare i prodotti dopo aver letto la guida iniziale, che descrive al meglio tutti i prodotti del sito e come fare per ricevere i contenuti esclusivi. Iscrivendovi infatti alla community di Daniele Zanini e lasciando i vostri dati nell’apposita sezione potrete ricevere pdf e testi premium di alto livello solo per i clienti Zanini. Se preferite un approccio più personalizzato potrete contattare l’esperto per organizzare corsi e seminari personalizzati per il vostro team e la vostra agenzia. Daniele Zanini è infatti sempre disponibile tramite i recapiti telefonici e i social media continuamente aggiornati. Potrete quindi ricevere facilmente e velocemente le risposte ad ogni vostra domanda.

Le Guide e i Manuali di Daniele Zanini Forniscono una Preparazione di Alta Qualità.

Sul sito sono poi presenti utili recensioni di testi e manuali che potrete acquistare se preferite sfruttare l’autoformazione. Daniele Zanini ha infatti compilato una interessante lista in cui analizza vari manuali disponibili sul mercato, valutandone i pregi e i difetti. Ogni mese sul sito troverete poi la guida del mese tra quella di Zanini e avrete l’occasione di acquistarla a prezzi davvero vantaggiosi e convenienti. Sul blog di Daniele Zanini invece troverete tutti gli aggiornamenti e le novità presenti sul mercato assicurativo, ma anche ogni promozione e sconto ulteriore per i clienti dell’esperto. Si tratta di un sito comodo e conveniente che vi permetterà di accedere ad un vero patrimonio di sapere.

Foto La Legge per Tutti

Mancini è il nuovo allenatore dell’Italia!


Si è a lungo discusso su chi potesse diventare il nuovo allenatore della nazionale italiana, la quale quest’anno non potrà partecipare ai Mondiali di calcio. Per il nostro Paese questa è stata una grande batosta ma non bisogna mollare, anzi ripartire.
E per incoronare questa nuova rinascita ci pensa Roberto Mancini, scelto proprio qualche giorno fa tra tutti coloro che, secondo diverse voci, avrebbero potuto allenare la nostra squadra.
Appena è uscito fuori il suo nome, tantissimi giornalisti sono andati a intervistarlo, proprio per sapere quali saranno le sue strategie di gioco ma soprattutto cosa ne pensa di essere stato selezionato per un ruolo così importante. In occasione del “KickOff 2018” (un evento organizzato dalla Figc), Mancini ha detto così:

“Mi sento davvero onorato di tutta questa fiducia nei miei confronti. Come vorrei che venisse chiamata la mia Nazionale? L’Italia della rinascita. Di solito da una grande delusione possono nascere grandi trionfi. Sono molto fiducioso, per la Nazionale sarà un buon futuro. I giocatori sapranno tirare fuori l’orgoglio e ricominciare a sognare di tornare in vetta. Sono positivo, di giocatori bravi ne abbiamo anche se forse un po’ meno rispetto al passato, l’importante è dar loro fiducia. La nazionale saprà trovare la strada giusta”.

Trasferimento da Roma a Porto di Civitavecchia – Mezzi Sicuri e Conducenti Esperti.

Trasferimento da Roma a Porto di Civitavecchia - Mezzi Sicuri e Conducenti Esperti.

Roma è sicuramente una delle città principali in Italia e è la meta principale per moltissimi turisti, che si spostano da ogni dove per poter visitare le numerose bellezze della capitale d’Italia. Roma è però importante anche per molti professionisti e imprese commerciali, dato che molti importanti esperti, centri e uffici sono localizzati proprio nella grande città. Per arrivare a Roma però esistono diversi metodi, soprattutto se si arriva da molto lontano. Uno dei più comodi per gli Italiani è sicuramente il treno, ma anche l’aereo è piuttosto utilizzato. In alcuni casi invece occorre sfruttare la nave. In tal caso il porto più vicino e utilizzato è sicuramente il porto di Civitavecchia.

Rome Transfer Offre Auto di Alto Livello con Conducente per il Trasferimento da Roma a Civitavecchia e Viceversa.

Civitavecchia è infatti movimentato ogni giorno da centinaia di persone e numerosissime navi vi approdano continuamente trasportando visitatori e lavoratori. Si tratta però di una zona molto trafficata sia di giorno che di notte e raggiungere Roma centro dal porto può essere molto scomodo, soprattutto se non si ha un proprio mezzo o se si deve affidarsi ad un servizio di taxi. Per questo motivo se cercate soluzioni più comode per il trasferimento da Roma a Porto di Civitavecchia potete sicuramente affidarvi a Rome Transfer, un servizio comodo ed efficace che assiste clienti da tutto il mondo ormai da anni.

Trasferimento da Roma a Porto di Civitavecchia - Mezzi Sicuri e Conducenti Esperti.

Grazie a Rome Transfer potrete infatti sfruttare un servizio di Noleggio Auto con Conducente (NCC), che vi metterà a disposizione un mezzo di qualità con annesso autista. Gli autisti sono tutti professionisti di alto livello, professionali e qualificati, oltre che caratterizzati da gentilezza e esperienza. Potrete ottenere un comodissimo preventivo gratuito inserendo i vostri dati nell’apposita sezione del sito internet e verrete subito contattati dagli operatori. Per ogni necessità o domanda particolare potrete poi ovviamente sfruttare i recapiti telefonici sempre indicati sulla piattaforma online.

I Mezzi di Rome Transfer sono Dotati di Tutti i Comfort.

Il Porto di Civitavecchia si trova a circa 80 km dal centro di Roma e occorre un’ora e mezzo circa di auto per spostarsi da un luogo all’altro. Se dovrete spostarvi da Roma al porto potrete facilmente fissare un punto di ritrovo con l’autista in base alle vostre esigenze. Invece se avrete bisogno di assistenza per il trasferimento da Civitavecchia a Roma centro troverete l’autista ad attendervi sotto la nave. Prenotando on line avrete l’opportunità di godere delle tariffe agevolate per tutti i clienti e godrete di prezzi vantaggiosi e convenienti. I mezzi messi a disposizione da Rome Transfer sono inoltre tutti di altissima qualità e eleganza. Potrete scegliere tra Mercedes di vario tipo, ma anche mini van o interi bus da 50 persone in base alle vostre esigenze.

Contattando Rome Transfer potrete anche prenotare i conducenti con i mezzi per altri tipi di attività. Potrete infatti scegliere giri turistici per il centro di Roma, oppure prenotare mezzi per fasce orarie particolari, organizzare viaggi lunghi in giro per il Lazio o chiedere assistenza per matrimoni o eventi particolari. Rome Transfer è un servizio comodo ed efficace, che ottiene riscontri positivi ormai da anni.

Foto CruiseFriend

Scrivere una canzone per Lodovica Comello? E’ possibile!


Conoscete Lodovica Comello?
Questa ragazza sta avendo un crescente successo sia nel mondo della recitazione che della musica… e non solo in Italia!
E’ giovane, frizzante e ricca di talento. Ma ciò che colpisce particolarmente di lei è la sua disponibilità a collaborare con gente non famosa!

Proprio così: recentemente ha lanciato un appello in cui ha dichiarato di accettare collaborazioni per l’uscita del suo nuovo disco. In che modo si può avere questa opportunità?
Lo ha spiegato proprio lei stessa, in una recente intervista:
“In questi anni ho ricevuto nella mia casella di posta mail di autori che mi proponevano pezzi. E così insieme al mio staff abbiamo pensato di creare questo tipo di contenuto che coinvolga queste persone. Oltretutto la cosa coincide con la dirittura d’arrivo della scrittura del mio nuovo disco. Così abbiamo lanciato la call to action pochi giorni fa e sono arrivate moltissime adesioni. Raccoglieremo il materiale e poi inizieremo ad ascoltare e selezionare. La fase di produzione del pezzo spetterà al producer che se ne occuperà. Ma ovviamente terremo conto degli spunti degli autori. Dopo aver selezionato le cose che più ci piaceranno incontreremo di persona questi autori per farci spiegare la genesi della loro idea. In realtà non ci poniamo limiti, se ci capitasse una canzone fatta e finita che ci stende, prenderemmo quella. Però al momento molti hanno mandato solo un testo, altri solo una melodia. Quindi tutto dipenderà dal materiale arrivato”.