“Non giudicate senza sapere!” – lo sfogo di Rose McGowan


L’attrice americana Rose McGowan (a molti nota come Paige di “Streghe”) è super agguerrita nei confronti di chi sta giudicando senza sapere, le cause del suicidio di Anthony Bourdain, lo chef stellato.
Si è voluta così sfogare scrivendo una lettera, in cui sono presenti delle parole in difesa della sua amica Asia Argento, compagna di Bourdain (ormai presa di mira anche per quanto riguarda le violenze nel mondo di Hollywood):

“Asia aveva fronteggiato il mostro che l’aveva stuprata, Weinstein. E ora deve fronteggiare un altro mostro, il suicidio di Tony. Capisco che molta gente in queste ore ha pensato a lui come un amico. E lo so bene, la morte di un amico brucia. Ma in tanti hanno cominciato a puntare il dito. Ad accusare. Allora vi dico, non siate sessisti. Non scadete anche voi a quel livello. Il suicidio è una scelta orribile. Ma è una scelta personale“.
E poi:  “Quando s’incontrarono la chimica fra di loro fu immediata. Ridevano, si amavano. Lui è stata la sua roccia in quell’epoca difficile. E anche lui era aperto sui suoi demoni, ci ha addirittura scritto un libro. Loro due avevano una relazione aperta, si amavano al di fuori dei confini delle relazioni tradizionali. Lo avevano stabilito fin dall’inizio. Asia è libera come un uccello e così era anche Anthony. Era. Che parola terribile da scrivere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *