“Rifiutata perché grassa”- le parole di Nina Agdal

Siamo nel 2018 eppure c’è chi considera ancora qualche kg in più come un difetto. Soprattutto se si parla dell’ambito moda e sfilate, dove sembrava che la situazione fosse cambiata ma in realtà ci sono ancora moltissimi pregiudizi o comunque bisogna attenersi a certe regole per poter esercitare il mestiere di modella.
Ne è l’esempio lampante Nina Agdal, una bellissima ragazza famosa a livello mondiale e che è stata rifiutata da un’agenzia di moda per il suo peso. Lei, per poter essere accettata rinunciava ormai a tutto… ma per fortuna la sua è una storia a lieto fine, poiché è riuscita a trovare il lavoro dei suoi sogni pur avendo qualche curva, compresa quella del suo sorriso.
Ecco cosa ha detto:

“Chiunque mi segue sa che non ho un corpo da modella media. Ho una costituzione atletica e delle curve sane. Dopo un duro anno nel quale ho fatto un passo indietro da questa industria priva di sensibilità e dalle sue pressioni incredibili, riuscendo a gestire una paralizzante ansia sociale, mi sono approcciata a questo servizio come una DONNA di 25 anni che si sente come mai prima a proprio agio nel proprio corpo e in salute. Qualche giorno sono una taglia campionario, qualche giorno una taglia 38, qualche altro una taglia 40. Oggi più che mai accetto le mie curve e lavoro con costanza in palestra per essere in forma e, più di ogni altra cosa, sana. Sono orgogliosa di dire che il mio corpo ha subito un’evoluzione da quando ho iniziato questa vita pazza come una RAGAZZA di 16 anni con abitudini alimentari malsane e insufficienti”.

 

Quanto guadagna un disegnatore CAD?

Avete mai sentito parlare di disegnatore CAD?
La sigla CAD sta per Computer Aied Design e chi svolge questa professione ha il compito di progettare dei prodotti industriali tramite l’utilizzo di una serie di tecnologie informatiche ma anche di un sistema chiamato CAM (Computer Aeid Manifacturing). In questo modo si ha la possibilità di controllare le macchine volte alla realizzazione dei prodotti stessi.
In Italia questa è una figura che sta prendendo piede man mano grazie alla modernità ed alla presenza di nuove imprese meccaniche.
Ma quanto guadagna un disegnatore CAD?

Stando ai dati statistici, questa figura lavorativa guadagna in media 1.181 euro al mese e 29.214 euro all’anno. Non male come cifra, considerando che in Italia questo settore non viene pienamente valorizzato (specialmente al sud). C’è da dire allo stesso tempo, che chi lavora come disegnatore CAD deve possedere una serie di requisiti, i quali sono indispensabili per garantire un’ottima qualità di produzione. Ad esempio, dev’essere in grado di leggere gli strumenti informatici e i più rinomati linguaggi di programmazione. Senza contare il fatto che deve stare sempre al passo coi tempi (in termini di innovazione), mantenere una certa determinazione e rappresentare un punto di riferimento nei lavori di squadra all’interno dell’azienda.

Ermal Meta omosessuale? Lui smentisce!

Sono trascorse appena due settimane dalla finale di Sanremo, che ha visto la vittoria di Ermal Meta e Fabrizio Moro con il brano “Non mi avete fatto niente”. Oltre ai vari complimenti per il profondo significato della canzone, non potevano di certo mancare le critiche. E riguardo ciò si è vociferata una possibile relazione tra i due.
Ma Ermal Meta ha subito smentito il tutto, dicendo così:

“Ragazzi, ho ironizzato su alcune vignette scherzose circolate sul web ma senza sentirmi offeso. L’omosessualità non è qualcosa da cui difendersi. È solo che mi piacciono le donne così come piacciono al buon Fabrizio. Se dovesse cambiare qualcosa vi prometto che lo saprete da me in persona!”.
Insomma, sono tutte fake news. Riguardo invece gli apprezzamenti egli dice così: “Dopo Sanremo sta andando tutto molto bene in radio, con la vendita dei dischi ma soprattutto con le persone, che poi è la cosa che conta maggiormente. A parte la febbre, che mi è venuta dopo il festival. Il 2017 è stato un anno ricchissimo di stimoli, molto vario anche dal punto di vista emotivo e questa varietà si trova anche nelle canzoni del mio album”.

Conclude dicendo: “Sono soddisfatto, specie del rapporto con la gente”.

Berlusconi e le sue forti convinzioni!

Sempre determinato e sulla propria strada, il premier Silvio Berlusconi non ha dubbi: alle elezioni politiche del 4 Marzo, il partito di centrodestra trionferà perché è quello che presenta una prospettiva migliore per il Paese. L’Italia, secondo lui, non dovrebbe mai finire nelle mani dei 5 Stelle, altrimenti si andrà incontro ad un vero e proprio declino.

Ecco cosa ha detto:

“Il cittadino non ha alternativa, non ha altra scelta che votare il centrodestra, altrimenti si torna alle urne. Il Pd sta al 21%, il M5s al 27%, il centrodestra attorno al 39,40%: solo noi possiamo assicurare una maggioranza di governo. Io dico no ad ogni altro governo che non esca dalle urne. Siamo gli unici a poter sperare di arrivare al 40%, anzi noi speriamo al 45%, per dare una solida maggioranza di governo. Dopo quattro governi che non sono stati scelti dagli elettori, non esistono altri esecutivi possibili se non quello che uscirà dalle urne. non c’è altra possibilità che un governo di centrodestra. Il cittadino non ha altra scelta che votare centrodestra altrimenti si torna alle urne. Solo il centrodestra può garantire una maggioranza per il governo, i voti agli altri partiti sono sprecati. La possibilità di allearci con la sinistra non esiste assolutamente. Abbiamo già inserito il vincolo di mandato per i nostri futuri parlamentari. Tra l’altro proprio i nostri elettori ci danno il voto per non unirci alla sinistra.”